SE NON ORA, QUANDO?

Il giorno 6 dicembre si è svolta, in modalità remoto, in condivisione con le piazze di Trieste e Treviso, l’assemblea per presentare i contenuti del piano industriale 2022/2025.

Grande partecipazione e tanta passione tra i 120 colleghi i quali hanno respinto in modo unanime la scellerata iniziativa aziendale che prevede la chiusura di 135 agenzie nel corso del triennio e l’esternalizzazione del 9% del capitale umano; colleghi che, in tutti questi anni, hanno dimostrato, con sacrifici, spirito di abnegazione e rinunce economiche, l’attaccamento alla propria azienda.

Tale dedizione non ha avuto riscontro nei vari management susseguitisi nel corso degli anni, proiettati solamente ad una mera riduzione dei costi, sulla pelle dei lavoratori.

Nel corso dell’assemblea sono state poste numerose domande dai colleghi, facendo emergere un malessere ed una profonda preoccupazione, oltre che per l’esternalizzazione, anche per il futuro della rete commerciale.

Tutti i colleghi si dichiarano pronti ad appoggiare qualsiasi forma di mobilitazione che si deciderà di intraprendere.

Le Organizzazioni Sindacali dichiarano di essere contrarie a qualsiasi forma di esternalizzazione dei colleghi e si batteranno fino in fondo per esprimere il loro dissenso a tale ristrutturazione.

Questo è il momento di dimostrare alla controparte, se necessario anche con lo sciopero, lo spirito di coesione e di solidarietà tra tutti i colleghi, nessuno escluso. SE NON ORA, QUANDO?

Scarica il comunicato